HTC ha comunicato che non avrebbe lasciato che i prezzi dell’Oculus Rift scendessero per molto tempo. A partire da oggi, però, HTC ha permanentemente abbassato il prezzo dell’Headset Vive di 200$, portandolo a costare “solo” 599$, ovvero 510 €. Il costo è comunque più alto di quanto si verrebbe a pagare acquistando assieme l’Oculus Rift e l’Oculus Touch, ma è era molto più appetibile e potrebbe convincere molti clienti ad acquistare l’headset VR Vive piuttosto che il Rift.




Esattamente come prima sarà possibile accedere alla prova gratuita per l’applicazione mensile Viveport, nonché a vari titoli gratuiti come Everest VR e Tilt Brush di Google.

L’azienda fa sapere che l’abbassamento del costo del Vive non è un’operazione volta a svuotare inventari e magazzini, e che quindi non è in alcun modo un’indicazione per comprendere quanto Vive stia vendendo. In altre parole è rigorosamente una mossa competitiva, e probabilmente non è un’indicazione dell’uscita di nuovi hardware Vive all’orizzonte. È difficile immaginare che HTC non avesse intenzione di abbassare il prezzo del Vive, perché non vi era nessuno disposto a pagare 300$ in più rispetto all’Oculus Rift per acquistare un’esperienza molto simile.

Nonostante l’abbassamento del prezzo, però, il VR rimane un accessorio di fascia alta. Né il Vive né il Rift sono quelli che potresti definire “acquisti impulsivi”, neanche dopo questo notevole abbassamento dei prezzi, ma potrebbero essere ora abbastanza economici da essere trattati non più come novità ma come periferiche mainstream (seppur ancora costose).

Certo è che, per adesso, esistono centinaia di visori VR a basso costo, i quali, pur non permettendo le esperienze di gioco e di immersione dei VR di fascia alta, sicuramente si assicurano vendite ben più numerose.

HTC abbassa il costo del Vive VR Headset di 200$
Valuta questo articolo