Chi non si è lasciato coinvolgere dalla saga del maghetto dalla cicatrice a forma di saetta? Una volta che Harry Potter entra nei nostri cuori, difficilmente ne riesce ad uscire. Anzi, la nostra sete di conoscenza richiede di sapere tutto sulla serie targata J.K. Rowling.

Con questo articolo voglio approfondire due elementi fondamentali per lo svolgimento dei film e dei libri: le quattro Case e le bacchette.

 

Le Quattro Case

Grifondoro, Serpeverde, Tassorosso e Corvonero sono le quattro Case presenti all’interno della saga e, per accedervi, tutti gli aspiranti maghi che iniziano il loro percorso di studi nella scuola di Hogwarts devono sottoporsi al giudizio del Cappello Parlante il quale, guardando nella mente di ogni studente, lo inserisce nella giusta Casa di appartenenza secondo il carattere e le ambizioni.

Ma conosciamo a fondo le Case.

 

Grifondoro

Partiamo dalla Casa a cui appartiene il protagonista della saga.

È la Casa dai colori rosso e oro ed è stata fondata da Godric Grifondoro, uno dei quattro maghi più importanti durante il periodo della fondazione della scuola di Hogwarts. Nello stemma è raffigurato un leone d’oro su sfondo scarlatto.

Gli appartenenti di questa casa si caratterizzano per il loro grande coraggio e la loro capacità di non tirarsi mai indietro di fronte alle difficoltà, oltre che per la loro gentilezza.

Secondo la stessa autrice della saga, la Casa di Grifondoro corrisponde all’elemento del fuoco.

La direttrice della casa è Minerva McGrannitt, professoressa di Trasfigurazione, e il fantasma è Sir Nicholas de Mismy-Porpington, a tutti noto come Nick Quasi-senza-testa.

 

Corvonero

Le caratteristiche peculiari dei componenti della Casa fondata da Priscilla Corvonero sono intelligenza, creatività e saggezza.

Blu e bronzo sono i colori dello stendardo Corvonero e l’elemento attribuito alla Casa è quello dell’aria.

Il direttore della Casa è Filius Vitious, professore di Incantesimi, e il fantasma è la Dama Grigia ovvero Helena Corvonero, figlia della fondatrice.

 

Tassorosso

Tassorosso è la Casa del duro lavoro, della pazienza, della lealtà e della tenacia. Lo stendardo della Casa è composto dai colori giallo e nero e la sua fondatrice è Tosca Tassorosso, famosa per aver introdotto gli elfi domestici a Hogwarts, offrendo loro un rifugio e un lavoro.

La direttrice della Casa è la professoressa di Erbologia Pomona Sprite e il fantasma è il Frate Grasso. Il suo elemento è la terra.

 

Serpeverde

È la Casa dai colori verde e argento fondata da Salazar Serpeverde, potentissimo mago costretto alla fuga per via dei suoi criteri di smistamento nella sua Casa. Solo un mago Purosangue, infatti, poteva entrare a far parte della Casa di Salazar e ciò entrava in conflitto con le idee degli altri tre fondatori.

Gli appartenenti alla Casa si caratterizzano per ambizione, astuzia e intraprendenza.

La Casa ha la reputazione più oscura soprattutto per via della grande quantità di maghi oscuri nati da essa.

L’elemento attribuito ad essa da parte di J. K. Rowling è l’acqua. Il direttore della casa è stato prima Severus Piton – per cinque anni professore di Pozioni e, successivamente, di Difesa Contro le Arti Oscure – e poi, dopo la morte di Piton, Horace Lumacorno, anch’egli insegnante di Pozioni.

Il fantasma della Casa è il Barone Sanguinario.

 

Le Bacchette

case e bacchette di harry potter

È la bacchetta a scegliere il mago”, così recita il fabbricatore di bacchette, Garrick Olivander. La bacchetta è l’elemento fondamentale di un mago e non può essere scelta in maniera arbitraria.

Per questo motivo ogni bacchetta è realizzata con materiali e nuclei differenti. Scopriamo i materiali e i nuclei più utilizzati.

 

I nuclei delle bacchette magiche

Ogni bacchetta si compone di legno, nucleo ed esperienza del proprietario.

Garrick Olivander ha scoperto i tre migliori nuclei per bacchette degne di portare il suo nome.

  1. Crine di Unicorno
    Le bacchette costituite da questo nucleo sono le bacchette più fedeli ai proprietari. Questo tipo di bacchette sono le più difficili da convertire alle Arti Oscure, però sono le bacchette meno potenti, nonostante gli incantesimi eseguiti da questo tipo di bacchette siano i più stabili. È possibile ovviare al problema scegliendo il legno giusto.
    Se trattato male, il crine di Unicorno potrebbe “morire” e, quindi, essere soggetto a sostituzione.
  2. Corde di cuore di Drago
    Le bacchette realizzate con le corde di cuore di Drago sono quelle più potenti e hanno una natura molto volubile. Infatti, seppure rimangano molto legate al proprietario originale, se conquistate in battaglia si adattano al successivo padrone.
    Questo tipo di bacchette sono le più soggette alla conversione verso le Arti Oscure.
  3. Piume di Fenice
    È uno dei nuclei più rari e, soprattutto, uno dei più difficili da domare, proprio perché provenienti da un animale indipendente come la Fenice.
    Non sono molto apprezzate da maghi e streghe per via del fatto che tendono a comportarsi di loro spontanea volontà.

 

I legni delle bacchette magiche

I tipi di legno utilizzato per fabbricare le bacchette sono molteplici e ci soffermeremo in particolar modo sui legni utilizzati per realizzare le bacchette dei personaggi più noti del film.

  1. Abete
    Le bacchette di abete sono definite da Gerbold Octavius Olivander come le “bacchette del sopravvissuto”, poiché tre bacchette realizzate con questo legno sono state vendute a tre maghi usciti incolumi da pericoli mortali.
    Proprietario: Minerva McGrannitt
  2. Acacia
    È un legno piuttosto raro e le bacchette ricavate da esso hanno un carattere abbastanza difficile, con la tendenza ad eseguire incantesimi solo per il legittimo proprietario.
    Se nelle mani di un mago talentuoso, sono fonte di grande potere.
    Proprietario: Narcissa Malfoy
  3. Agrifoglio
    Altro legno piuttosto raro con un’indole protettiva, adatto a chi non riesce a controllare la propria tendenza alla rabbia e all’impetuosità.
    È molto difficile da associare al nucleo della Fenice, per via delle loro nature, fortemente contrastanti.
    Proprietario: Harry Potter
  4. Biancospino
    Legno dalle proprietà contrastanti, il biancospino è considerato adatto per incantesimi di tipo curativo ma anche per maledizioni. Infatti, si dice che l’albero di biancospino sia dotato di fiori con proprietà curative ma rami che tagliati possono causare la morte.
    Il proprietario di una bacchetta con legno di biancospino ha una natura complessa proprio come il legno di cui la bacchetta è costituita.
    Proprietario: Draco Malfoy
  5. Ebano
    Questo legno di colore nero lucente è adatto ad ogni tipo di magia da combattimento e alla Trasfigurazione. È il legno di quelle bacchette nelle mani di coloro che non si lasciano distogliere dai loro obiettivi principali.
    Proprietari: membri dell’Ordine della Fenice e dei Mangiamorte
  6. Frassino
    La bacchetta di frassino resta sempre fedele al suo proprietario e, se regalata o ceduta, perde ogni suo potere.
    Proprietario: Cedric Diggory
  7. Nocciolo
    Le bacchette realizzate con questo tipo di legno sono adatte a chi riesce a controllare le proprie emozioni. Se, infatti, il proprietario della bacchetta è stata vittima di un’instabilità emotiva la bacchetta assorbirà l’energia utilizzandola in maniera imprevedibile.
    Il nocciolo è in grado di rendere la bacchetta così fedele al suo proprietario che, nel momento della sua morte, espelle tutta la magia e si rifiuta di funzionare.
    Proprietario: Ginevra Wesley
  8. Noce
    È il legno delle bacchette di inventori e, a differenza di tutti quei legni difficili da dominare, se dominata assolve qualsiasi richiesta da parte di chi la possiede.
    Proprietario: Bellatrix Lestrange
  9. Olmo
    La leggenda vuole che solo dei Purosangue possano eseguire incantesimi con questa bacchetta. In realtà, però, una bacchetta realizzata con legno di olmo preferisce un proprietario con carisma e destrezza.
    Proprietario: Lucius Malfoy
  10. Salice
    Il salice è un legno dalle proprietà curative ed è anch’esso molto raro. Le bacchette di salice prediligono come proprietari coloro i quali ritengono di dover ancora imparare qualcosa, scartando invece coloro i quali credono di sapere già tutto.
    Proprietario: Ronald Wesley
  11. Sambuco
    È il legno più raro e la bacchetta realizzata con questo legno incute grande timore poiché si dice che sia molto difficile da controllare.
    Il sambuco è associato a persone fuori dal comune le quali, grazie all’associazione con questa bacchetta, sono destinate ad un futuro glorioso.
    Proprietari: Draco Malfoy, Harry Potter, Albus Silente
  12. Tasso
    Altro legno molto raro, il tasso è adatto, come il sambuco, a persone fuori dal comune. Erroneamente si ritiene che chi utilizza le bacchette di tasso sia più incline alle Arti Oscure.
    È in grado di dare al proprietario poteri di vita o di morte e, se sepolte insieme al loro proprietario, germogliano dando origine ad alberi che proteggeranno la tomba dei loro proprietari.
    Proprietario: Lord Voldemort
  13. Vite
    Le bacchette di vite sono le meno comuni e sono associate a persone che perseguono uno scopo più grande. Si dice che, nel momento in cui il futuro padrone della bacchetta entra nel negozio, la bacchetta avrà istantaneamente una reazione.
    Proprietario: Hermione Granger

 

Altri tipi di legni di bacchette sono: acero, alloro, carpino, castagno, cedro, ciliegio, cipresso, corniolo, faggio, larice, melo, noce nero, ontano, peccio, pero, pino, pioppo, pioppo bianco, prugnolo, quercia, quercia rossa, sequoia, sicomoro, sorbo, tiglio argentato, ulivo.

È possibile trovare tutte le bacchette Harry Potter, oltre che tanti altri gadget sul sito Legend Shop. Avrete così la possibilità di scegliere la bacchetta più adatta a voi e sarà anche possibile chiedere l’incisione del proprio nome sulla bacchetta, senza costi aggiuntivi.

Case e bacchette: esploriamo il mondo di Harry Potter
Valuta questo articolo