I termini geek e nerd sono sempre più utilizzati nella nostra società, principalmente grazie ad internet, il quale ha avvicinato milioni di giovani a  realtà che prima erano molto distanti. Le due parole sono spesso collegate fra loro ma indicano due tipi di personalità completamente diverse, o almeno così facevano in origine. [toc]

Di seguito vedremo dettagliatamente da dove deriva il termine Geek e quale sia il suo significato, vedremo come questo è cambiato nel tempo e qual è la definizione attuale.

Definizione

Il termine inglese Geek, che si pronuncia “Gik”, è utilizzato per indicare un gruppo di persone che provano un grande interesse, il quale solitamente sfocia in vera e propria ossessione, per un determinato settore.

Di per sé il termine ha una connotazione positiva e spesso queste persone si autodefiniscono con orgoglio Geek, a differenza del termine nerd il quale spesso viene, e veniva, utilizzato come espressione dispregiativa.

Storia e origine del termine

Da quanto sembra il termine geek deriverebbe dalla parola dialettale inglese geck, ovvero sciocco, la quale può essere ritrovata anche in altri vocabolari, come quello basso tedesco e olandese, nel quale però si scrive gek e significa pazzo.

Originariamente la definizione del termine non aveva nulla a che vedere con quella odierna. Il suo utilizzo era infatti frequente nel 19° secolo, dove veniva utilizzata per indicare coloro che mangiavano animali e insetti vivi, pratica piuttosto frequente durante le feste e le fiere.

Quando il raccapricciante fenomeno ebbe fine il termine sparì dalla circolazione, salvò ricomparire un secolo più tardi.

Alcune voci farebbero risalire il significato al settore informatico. Qui, infatti, i sistemisti vengono chiamati geek, proprio in riferimento alla pratica di mangiare insetti. La definizione deriverebbe infatti da “Eating bugs for a living”, ovvero mangiare insetti per sopravvivere, visto che i sistemisti sono noti risolvere i bugs, ovvero i problemi che si verificano a livello di sistemi operativi e software.

Geek nel passato

Inizialmente il termine, che si diffuse da prima soprattutto in america, come il cugino nerd, veniva utilizzato in due modi diversi.

Il primo era quello utilizzato dai geek stessi in modo autoreferenziale, che utilizzavano il termine per definirsi degli esperti nel settore informatico. Originariamente, infatti, il termine veniva utilizzato per individuare persone che provavano un grande interesse soltanto nel campo informatico e tecnologico, non per altri settori e/o argomenti.

Il secondo utilizzo, ancora piuttosto frequente, è quello che viene utilizzato da persone esterne, le quali etichettano individui come geek in caso la loro passione, la loro ossessione, li renda distanti dalla realtà e li faccia apparire strafottenti.

Geek nel presente

Per quanto riguarda l’utilizzo odierno bisognerebbe fare alcune distinzioni. Il termine viene ancora utilizzato per indicare i programmatori, gli hacker e tutti colori che lavorano nel  settore dell’informatica e che hanno una grande competenza in materia. Questo utilizzo è frequente in America, dove il significato è rimasto più “puro”, e nei settori informatici del resto del mondo, dove gli esperti si autoproclamano Geek.

Oggi, in Italia, il termine ha subito alcuni cambiamenti, dovuti anche alla confusione di coloro che lo scambiavano per il termine nerd. Oggi i Geek italiani sono coloro che provano un interesse smisurato verso uno o più settori, indipendentemente da quali siano. Non più solo l’informatica, ma anche la letteratura, la scienza, la chimica, la tecnologia, il cinema, i film e le serie tv, gli anime e manga e i fumetti.

La connotazione negativa ha ormai perso presa e il termine viene utilizzato con accezione neutra e/o positiva. Coloro che vengono etichettati con questa parola sono infatti, solitamente, persone piuttosto socievoli, aperte ed estroverse, che semplicemente dimostrano una grande passione e un grande interesse per determinati settori.

Keeg

Keeg è geek al contrario, sia in senso letterario che metaforico. Un keeg è infatti, per fare un esempio, il tipico cinquantenne incapace di utilizzare i social network e approcciarsi ad internet, che preferisce rimanere radicato alle sue tradizioni. La definizione di Keeg è quindi “un individuo che dimostra una totale incapacità verso il mondo della tecnologia e dell’informatica, la quale spesso sfocia in una totale intolleranza.”

Keeg viene associato anche alla parola dummy, che in italiano verrebbe tradotto come imbranato, ma in realtà non è un’associazione corretta. Il termine dummy, o newbie, indica qualcuno di attualmente incapace o privo di determinate competenze, le quali però può apprendere e mettere in pratica.

Un keeg è invece un individuo che si allontana quanto più possibile dall’informatica e che non vuole avere nulla a che fare con tecnologia e web. In italiano i Keeg vengono anche definiti tecnolesi o utonti.

Portali e Negozi Geek

Da quando si è diffusa la cultura geek e nerd sono comparsi molti portali e siti di informazione online pensati appositamente per questi individui. Sono nati anche molti e-commerce e store online che producono e vendono oggettistica per geek. Di seguito troverai i più famosi:

  • Geek Fortress: non potevo iniziare se non dal nostro portale, un sito geek e nerd in tutto e per tutto. Qui troverai tutte le news dal mondo geek, le novità, gli aggiornamenti e le curiosità.
  • Amazon Geek Store: poteva forse mancare l’e-commerce più famoso al mondo? Da qualche tempo Amazon stesso ha aperto un’intera sezione dedicata a tutti i Geek.
  • Get-digital: un negozio online pensato appositamente per geek, dove potrai trovare centinaia di gadget diversi adatti ad ogni tipo di appassionato.
  • Geek.com: se stai cercando l’over the top al mondo per quanto riguarda l’universo geek, l’hai appena trovato. Questo sito ha tutte le informazioni che stai cercando.
Geek: definizione del termine, storia, usi e costumi e portali
5 (100%) 1 vote