Mancano ancora due anni all’uscita dell’attesissimo Frozen 2, sequel del 53° film Disney che sarà in sala dal 27 novembre 2019, eppure già non si smette di parlarne un secondo. Il primo film è stato infatti una vera e propria rivoluzione per la Disney, che l’ha portata ad ottenere un incasso di ben 1,2 miliardi di dollari.

A tal proposito l’attore Josh Gad ha rilasciato un’intervista all’entrateinement tonight riguardo a Frozen 2, svelando di non essere per nulla intenzionato ad interpretare il ruolo del Pupazzo di neve Olaf nel Musical di Frozen a Broadway, che debutterà nella primavera del 2018.

LeTont Olaf Josh Gad

Josh, che abbiamo da poco potuto vedere in sala nei panni del simpatico LeTont nel live action de  La bella e La Bestia, è già stato il doppiatore del tenero Olaf nella prima pellicola ed è pronto e felice di interpretarlo nuovamente. Il film sarebbe ora in fase di pre-produzione e Josh Gad ce ne parla davvero positivamente:

“Ho sentito delle voci su quello che starebbero facendo, e sembra tutto meraviglioso ed è sorprendente e fantastico.”

Ma allora perché l’attore non è in alcun modo intenzionato a partecipare al Musical di Frozen a Broadway? E’ l’attore stesso a svelarlo durante la stessa intervista, motivando la ragione per la quale non sarà in scena.

“Papà non vuole vestirsi come un pupazzo di neve 8 volte a settimana. Ho intenzione di lasciarlo fare a qualcun altro. No, sto bene, sto bene. Sto bene nel mio pigiama in una bella cabina del suono.”

Come dargli torto d’altronde? Indossare un costume del genere e recitare in un musical dev’essere una faticaccia enorme, quindi la scelta dell’attore è più che condivisibile. Non ci resta quindi che aspettare e sentire la sua voce nella prossima pellicola di Frozen.

Frozen 2: intervista a Josh Gad sul sequel Disney e sul Musical a Broadway
Valuta questo articolo