Nonostante il recente rilascio di Shadow and Might, il suo primo DLC, For Honor sembra essere nel pieno di una spirale discendente: da quando venne lanciato nel mese di febbraio fino ad oggi, il titolo ha perso il 95% dei suoi giocatori su Steam.

Parte di questo declino potrebbe essere attribuito ai pesanti problemi di connessione occorsi ai server nelle prime settimane di vita, inoltre può anche darsi che il gioco possa dare una prima impressione di sé fuorviante, per cui è ragionevole che alcuni giocatori possano averlo abbandonato perché tratti in inganno da un gameplay apparentemente più superficiale di quello che si è rivelato effettivamente essere, ma un calo di giocatori così vistoso è senza precedenti, riuscendo a battere il record negativo con cui fece tanto scalpore The Division, ormai un anno fa.

Come riportato da GitHyp, le prime avvisaglie dell’incombente crisi sarebbero occorse fin dal passaggio dalla fase di open beta a quella di lancio, i server si alleggerirono infatti del 36% degli utenti Steam. Certo, un calo di giocatori durante una transizione da una fase di beta testing gratuita al gioco completo, previa acquisto, è un fenomeno normale, ma il 36% rimane comunque un numero significativo.

Queste percentuali si riferiscono solo agli utenti PC che hanno acquistato il titolo su Steam, e considerato che Ubisoft non riferisce il numero di utenti che affollano complessivamente i loro server, è auspicabile quindi pensare che il numero di persone attive superi i 2.200 utenti (in media) di Steam. E’ infatti possibile acquistare e registrare For Honor su Uplay, per non parlare delle versioni per Console.

Sta di fatto che una perdita così ingente non è di certo un fattore positivo, in ogni caso.

For Honor: il numero di giocatori su Steam si è ridotto del 95% dal lancio
Valuta questo articolo